Pensa di essersi comprato la mia vita con lo stipendio e di avermi motivato con l'aumento di 22 euro lordi al mese!!... da oggi allora sarò anche propositivo e comincio subito con una serie di piccoli consigli pratici al mio capo...

Tutto quello che vorresti dire al tuo capo ma non hai mai fatto... fino ad ora!

Trovo divertente pensare che dopo 15 anni passati sui libri a studiare cose che neppure in una vita intera tu capirai mai, a me hanno dato un lavoro da schifo sottopagato. A te è bastata una minigonna, un generoso decolté, un pò di trucco per avere il posto di lavoro che occupi, con uno stipendio più alto, e la possibilità di tiranneggiare gente più sveglia e preparata di te.

11 commenti:

  1. Anonimo ha detto...
     

    Fregatene Piero , tu sii professionale
    serio e mettici del tuo nel lavoro di tutti i giorni ; tutto si muove , tutto cambia, anche se subito non sembra. La verità viene sempre a galla prima o poi , saper aspettare è da saggi.
    Te lo dico per esperienza personale.

  2. Anonimo ha detto...
     

    SArà che tu hai una visione di vita vittimistica e vedi lei come un carnefice?
    Perchè lei ti da tanto fastidio?
    A che livelli è la tua autostima se non ricopri ll ruolo che ricopre lei?
    Rivediti tu invece di criticare lei.
    Dopo lei non ti darà più fastidio.
    E neppure quello che ti ho scritto.
    Vai per la tua strada, Piero, si raccoglie quello che si semina, si chiama effetto boomerang. concentrati su di te.
    Ogni causa ha il suo effetto e ogni effetto ha la sua causa.

  3. Il Santo ha detto...
     

    Può anche essere che Piero abbia una visione vittimistica della situazione come la definisci tu.
    Il fatto di raccogliere quello che si semina non è sempre vero, è una speranza che a volte si trasforma in realtà ma non è una certezza.
    Voglio dire a Piero che ci sono periodi in cui sembra che la situazione grigia che si sta vivendo durerà in eterno e la speranza di miglioramento sembra inesistente.
    Questo blog è nato con l'idea di cominciare a ironizzare, sdrammatizzare e ridere ORA di una situazione di cui rideremo sicuramente in FUTURO.

    Questa è solo la mia esperienza ovviamente, non vuole essere la verità... ammesso che una verità esista :-)

  4. Anonimo ha detto...
     

    Del fatto che si semina quello che si raccoglie ho forti dubbi. E' come dire alla maniera americana che si è sempre fautori del proprio destino. Quando invece poco o tanto il passato ha sempre un peso. La cosa su cui volevo puntare l'attenzione sta nel fatto che troppo spesso nel mondo del lavoro italiano i posti di responsabilità (soprattutto nel marketing) di solito sono affidati a donne che non si distinguono certo per intelligenza o per preparazione ma semplicemente per il fatto di essere gnocche. Secondo me un buon esempio è quello di Gaia e Ilaria di Camera caffé che ritrae impietosamente un certo ambiente lavorativo. Lo ribadirò fino alla morte questo non è vero in generale ma i casi in cui i posti di comando sono affidati ad una donna intelligente ma brutta sono veramente pochi almeno per la mia esperienza. Il seccante non è tanto questo, quanto il fatto che tu vedi una donna sempre tiratissima, che prende circa il doppio di te, ma che deve farsi spiegare per bene e con disegnini semplici cosa vuol dire fare upgrade di un server, salvo poi incazzarsi se non ci riesci in cinque minuti, che ti costringe a tornare dalle ferie per farsi fare il resoconto delle operazioni di manutenzione che hai fatto in sua assenza. Quando poi gli fai cortesemente notare che sono le TUE ferie, e che basta si legga la mail con il documento word, ti risponde velatamente che potrebbe riferire ai superiori, al che tu le ribatti "Fai pure io sto a casa", quando torni dalle ferie non ti parla per una settimana...
    Questo è il tipo di donna al quale alludevo.

  5. Anonimo ha detto...
     

    Capisco perfettamente il discorso e l'ho vissuto sulla mia pelle anche se in un settore diverso dal marketing.
    Devo dire che se la donna bella era stata messa lì da un uomo.
    Non mi sento quindi di dire che sia una questione di sesso maschile o femminile ma in generale di imbecilli che si circondano di altri imbecilli per timore, penso, che una persona di valore possa mettere in evidenza le loro lacune.
    Il risultato di questo comportamento è che il più delle volte ci si ritrova ad avere come superiori degli incapaci che hanno raggiunto quel livello proprio per il fatto di essere degli incapaci!!
    Sono d'accordo con l'anonimo che ha scritto sopra sul fatto che non ci si possa sempre ritenere fautori del proprio destino. Questo modo di pensare va senz'altro bene se applicato con un certo senso critico. Se si pensa invece che l'influsso dell'ambiente o gli effetti che altre persone possono avere sul nostro destino sia trascurabile si rischia di cadere nella frustrazione e nel non credere più in se stessi nel momento in cui i risultati continuano a non arrivare malgrado gli sforzi...

  6. morethanahummer ha detto...
     

    sempre + bello sto blog!!!! ottima la grafica!!!

  7. Anonimo ha detto...
     

    Il bello è che nell'arco di vita scolastica e di istruzione di un uomo non viene mai detto che studiare tanto non serve a niente. La cosa importate è vestirsi bene, girare per i corridoi con un foglio di carta in mano, farsi vedere tanto in giro e per le donne basta essere un po' tr...

    altro che libri..

  8. Anonimo ha detto...
     

    Parole sante...

  9. Anonimo ha detto...
     

    scopatela

  10. Anonimo ha detto...
     

    chi mi ha rubato il commento "scopatela"?????? argggggggggggghhhhh!!!!!!!
    come diceva il grande jack nicholson a tom cruise in codice d'onore: "cosa si prova a farselo succhiare da una a cui poi il mattino dopo devi fare il saluto militare??????". LOL.

  11. Anonimo ha detto...
     

    15 anni di studio non ti hanno insegnato che si scrive

    "decolleté".

    mah...

Posta un commento